L’Azione Cattolica è la più antica, ampia e diffusa tra le associazioni laicali della Chiesa Cattolica; Le origini dell'Azione Cattolica possono essere fatte risalire al 1867, il motto di allora "Preghiera, Azione, Sacrificio" sintetizza la fedeltà a quattro principi fondamentali: la devozione al Papa, un forte progetto educativo, la vita secondo i principi del cristianesimo, un diffuso impegno alla carità verso i più deboli e i più poveri.

A Pianzano, l’AC è presente dal 1896 (prima fra le parrocchie della nostra Diocesi) creata da mons Gottardo Possamai con grande lungimiranza.

Oggi come allora, l’AC è guidata da un consiglio direttivo a livello Parrocchiale che coordina le varie branche (ragazzi, giovanissimi, giovani, adulti….) attraverso la preziosa opera di animatori di tutte le età che ogni settimana portano avanti il cammino di formazione e crescita proposto; per i più giovani sono previsti incontri al sabato pomeriggio, per i più grandi gli incontri sono infrasettimanali, la sera, sempre presso i locali dell’Oratorio. Nel corso dell’anno liturgico sono previste feste e congressini anche al di fuori della parrocchia, a livello di Forania o Diocesi.

Vai alla STORIA DELL'AZIONE CATTOLICA A PIANZANO

Le iscrizioni e adesioni sono aperte a tutti, mentre per diventare animatori è necessario un cammino di formazione e affiancamento con animatori veterani.

    

AZIONE CATTOLICA 2016-2017

Per tutti i ragazzi dai 6 ai 14 anni

Ogni SABATO DALLE 15.30 ALLE 17.30.

ore 15.30: Ritrovo in oratorio con bans e giochi

ore 16.00: Gruppo

ore 17.00: Giochi

ore 17.30 Saluti

Per informazioni: GRETA 347.6921594 e MARCO 342.7241393

 

 

 

2016 AC febb

Festa della Pace a Gaiarine, febbraio 2016

  

2015 AC ott

Foto di gruppo ACR, ottobre-novembre 2015

 

AC2014

Gruppo di AC a Pianzano, inverno 2014.

 

2000

Delegazione AC a Pianzano alla festa per i 100 anni dell'AC nel 1996.

 

1992

Gruppo ACG in gita a Villavarda, 1992 (rigorosamente in bici).

 

1988 AC nov

Festa del CIAO, ottobre 1988

 

  

 STORIA DELL'AZIONE CATTOLICA A PIANZANO

La nascita dell’Azione Cattolica Diocesana a Pianzano

Rerum Novarum è il titolo dell'enciclica sociale promulgata il 15 maggio 1891 da papa Leone XIII con la quale per la prima volta la Chiesa Cattolica prese posizione in ordine alle questioni sociali e fondò la moderna dottrina sociale cristiana. Mons. Gottardo Possamai allora giovane e ambizioso parroco di Pianzano si impegnò profondamente nello studio e nell’applicazione di questa rivoluzionaria enciclica; tra i suoi innumerevoli passi in tal senso ci fu quello di convocare una festa federale della Casse Rurali e di altre istituzioni cattoliche: la giornata prevedeva una serie di interventi sul tema delle Casse Rurali, ma l’ultimo intervento fu riservato a Giovanni Battista Paganuzzi presidente dell’Opera dei Congressi e dei Comitati Cattolici (da cui nascerà l’Azione Cattolica). Proprio con il suo intervento si posero le basi per la nascita della Società della Gioventù Cattolica, il cui primo circolo cittadino fu inaugurato a Conegliano l’1 febbraio 1897. I lavori furono presieduti dal vescovo Sigismondo Brandolini Rota che benedisse anche la bandiera che ancora conserviamo in paese.

ac3

Bandiera dell'Associazione Cattolica Pianzano.

        

La giornata (molto fruttuosa come annotò mons. Possamai nel suo diario) terminò con il pranzo sociale in canonica con la partecipazione di 280 convenuti.

Scarica la pagina del diario di mons. Possamai con la cronaca della giornata.

Scarica la predica che probabilmente mons. Possamai tenne quel giorno.

La legittimazione storica dell’AC avvenne nel però solamente nel 1931, grazie all’Enciclica di Pio XI che ne delineava gli ambiti di intervento e ne chiariva i rapporti con la gerarchia ecclesiastica.

ac2

Fiocco infisso sulle bandiere da parata dei fanciulli dell'AC.

        

ac1

Stendardo dell'ACLI Pianzanese.

         

Crescita dell’Azione Cattolica

Proprio a partire dalla metà degli anni ’30 si registra un deciso affermarsi dell’AC, gli iscritti si contano ormai a diverse decine e nel 1936 vengono aperte le porte anche alle donne con da subito 56 iscritte. L’anno successivo, 1937 si tennero a Pianzano i grandiosi festeggiamenti per il primi 40 anni dell’AC diocesana con la partecipazione delle delegazioni di tutti i paesi accompagnati dai loro parroci, la Chiesa e poi l’Asilo furono riempiti all’inverosimile (come riporta l’articolo dell’Avvenire) e proprio in Asilo il lunghissimo corteo dei delegati fu accolto dal vescovo Beccegato che impartì la solenne benedizione. In serata si tenne uno spettacolo teatrale in Asilo e le case del paese furono illuminate per tutta la serata mentre le campane suonavano a festa.

Le celebrazioni furono guidate da un orgoglioso don Innocente Vendrame che tracciava così il bilancio dell’AC in paese: “...la parrocchia che conta appena 1900 anime ha 489 tesserati così divisi: 45 uomini, 59 giovani, 78 donne, 39 fanciulli e bambini; 268 ragazze così suddivise: 64 effettive, 62 aspiranti, 98 beniamine, 44 piccolissime. E un prospetto davvero edificante se si considera che dei 489 tesserati ben 350 hanno sostenuto gli esami di gara religiosa…”. Il Partito Nazionale Fascista a livello nazionale così come in quello locale vedeva con malcelato sospetto una così articolata associazione sfuggente alle logiche del partito, infatti anche in questa occasione non mancò di far sentire la sua ingombrante presenza, ogni gruppo di AC aveva un “padrino” politico e buona parte degli interventi delle autorità (religiose o meno) ebbe per oggetto temi socio-politici cari al partito.

Pur nelle ristrettezze imposte dal P.N.F. prima e dalla guerra poi, l’AC in paese continua a prosperare e ad ogni festa del Pagellamento (in gennaio) si potevano benedire le tessere dei nuovi iscritti.

Cartolina4

Cartolina5

Cartoline commemorative per il 40° anniversario dell'Azione Cattolica Diocesana. 1937

ac11

Interno della vecchia chiesa parrocchiale: ai lati delle balaustre le bandiere con i fiocchi dell'AC. Anni '30.       

        

Nel dopoguerra l’AC di Pianzano si struttura di pari passo con le nuove direttive Diocesane e Nazionali mantenendosi in contatto con queste realtà più grandi attraverso la stampa e il fitto programma di formazione e di attività.

ac4

Registri della Gioventù Maschile di AC, sezioni di "Aspiranti" ed "Effettivi".

      

ac14

Foto di gruppo dell'AC Pianzano di fronte al portale della vecchia chiesa parrocchiale. Pimi anni '40.

                        

A partire dagli ultimi anni ’50 si registra una progressiva flessione strenuamente combattuta da parroci ferventi come don Paride Artico che non mancava di rimbrottare le mancate partecipazioni dei giovani ai congressi locali, non risparmiandosi di fare nomi e cognomi sui foglietti degli avvisi e “appostandosi” per controllare eventuali “fughe” anticipate sempre dai suddetti congressini.

Il messaggio dell’AC si è però sempre contraddistinto per la sua capacità di coinvolgere le nuove generazioni che con rinnovato entusiasmo partecipano alle attività associative.

ac12

Posa della prima pietra della nuova chiesa parrocchiale, dietro il vescovo mons. Zaffonato gli stendardi dell'AC Pianzano, in primo piano un emozionato don Dino Zanetti. 10 dicembre 1947.

        

ac13

Gli stendardi dell'AC Pianzano nella nuova chiesa parrocchiale (nella foto a sinistra), resteranno esposti fino ai primi anni '90. Prime comunioni anno 1958.

 ac-anni60

Foto di gruppo della Gioventù Femminile nei primi anni '60.

          

I 100 anni dell’Azione Cattolica

Il 5 maggio 1996 venne organizzato un raduno di tutti gli aderenti AC per festeggiare i 100 anni dell’Azione Cattolica con centro dell’evento proprio Pianzano. Il programma prevedeva conferenze per gli aderenti più adulti e un assembramento con festa presso il campo-fiera di Godega, al pomeriggio con un imponente corteo ci si riunì a Pianzano (nei campi dell’Oratorio) per la Messa solenne presieduta dal vescovo E. Ravignani.

ac5

ac6

Nelle due foto, messa per il centenario dell'AC Diocesana a Pianzano il 05 maggio 1996.

I 120 anni dell’Azione Cattolica

I festeggiamenti per i 120 anni dell'Azione Cattolica Diocesana si sono svolti a Pianzano nell'ambito della veglia di preghiera alla vigilia della Festa dell'Adesione che si tiene appunto ogni 8 dicembre. La veglia ha visto la partecipazione di centinaia di aderenti da tutta la Diocesi accompagnati dal vescovo Corrado Pizziolo.

2016 AC2

2016 AC1

         

Oggi

Ancora oggi l’AC rappresenta una realtà importantissima per la comunità parrocchiale, una realtà che nel corso della sua secolare storia ha formato generazioni di buoni cristiani alcuni dei quali si sono impegnati nella vita sociale o politica oppure in un ministero religioso.